.
Annunci online

Eccezioni normali....
Dawn
post pubblicato in Letterata, illetterata, il 14 aprile 2008


Vola il pensiero di te nella mia mente.

Soffri con me, acqua cerca la via tra le rocce.

Mi dileguo, fuggo da tutto.

Oso fino a te, fino ai confini del mondo.

Dove non si conosce, dove non si sa.

Dove non vuoi sapere, non vuoi scoprire.

Aspettando la fine.

Insieme, sorridere, vivere.

Un attimo di paradiso. Un attimo di cielo.

Tocco d’azzurro la tua pelle.

Un azzurro caotico, mi tingo di te.

Stringiti a me.

Siamo una sola, un' anima e così volerai.

Voliamo. Vogliamo.

In attesa di un’alba... pare non arrivi mai.






permalink | inviato da LocaGiuLiva il 14/4/2008 alle 0:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Precisazioni...
post pubblicato in Letterata, illetterata, il 18 gennaio 2008


devo fare alcune precisazioni...

la Zita sotto...beh non èla mia ragazza...è la mia migliore amica.

Non andiamo a letto insieme, non ci piacciono le stesse cose, mi spacca il cazzo più di quella vera...

è quasi un matrimonio.

Soddisfazione immensa...

Ho tagliato i capelli.

A fare la fighetta con la piastra in mano proprio non ce la faccio.

Gioia e giubilo gente.

E le ciocche viola!





permalink | inviato da LocaGiuLiva il 18/1/2008 alle 16:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
Le cose che devo inventare...
post pubblicato in Letterata, illetterata, il 21 dicembre 2007


Potrebbe essere anche unarubrica,poi deciderò...

Per ora so solo che la cosa che vorrei di più al mondo è...

Che i libri fossero impermeabili.

Così quandanche ti caschino nella vasca non ti metteresti a gridare come un maiale da scannare...

e le pagine non diventerebbero ondulate...

Insomma tutto sarebbe un filino più chic...

Come nei film.

Devo inventarmi qualcosa.



permalink | inviato da LocaGiuLiva il 21/12/2007 alle 13:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
Ti vedo, ti cerco
post pubblicato in Letterata, illetterata, il 5 dicembre 2007


L’odore della tua pelle.

Il sapore delle tue labbra…scioglierti dentro me…

Assaporo momenti che volano, lontani come le tue risate.

Non dimentico l’amore che c’è, assoluto.

Le mie  mani ti bramano, non ti trovano. Ed in un attimo sono tua, fammi tua.

Te ne prego.

Sola, rido.

Sorrido con te.

Piccole differenze. Enormi dissonanze.

Ti vedo tra la folla,tutto ciò che siamo è il riscatto.

Per tutto ciò che gli altri non sono.

Non possono essere.

Arduo a dirsi.

Probabilmente non lo siamo nemmeno noi.

Probabilmente.


Non dormo, ho gli occhi aperti per te.
Guardo fuori e guardo intorno.
Com'è gonfia la strada
di polvere e vento nel viale del ritorno...

Quando arrivi, quando verrai per me
guarda l'angolo del cielo
dov'è scritto il tuo nome,
è scritto nel ferro
nel cerchio di un anello...





permalink | inviato da LocaGiuLiva il 5/12/2007 alle 1:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
La giornata di Beatrice
post pubblicato in Letterata, illetterata, il 4 dicembre 2007


Sorrido e pensosa volo con ali dorate.

Cerco una quiete che stento a trovare.

La dea musica mi soccorre. La  abbraccio senza indugio.

Mi smarrisco nelle note che mi avvolgono,mi cullano.

Tutto fila,nulla mi aggredisce sento il calore dentro me.

La voglia di stare con te. Giacere.

Carezza della sera, brivido solare. Sei dentro me.

Raggio di vita. In un momento tutto si stravolge.

Battiti insistenti cerco la calma,la bramo.

Anelo te che mi ami per come sono, per le mie debolezze, per ciò che voglio.

In un istante sono il meglio.

Desideri. Sogni.

Scritti su un foglio.


Scritta molto tempo fa ma per l'amica toscana..

Beh ci stava....



permalink | inviato da LocaGiuLiva il 4/12/2007 alle 10:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
Pazzie di questo millennio...
post pubblicato in Letterata, illetterata, il 25 novembre 2007


Passato un bel weekend  con la mia mammie.

Leggo un pò il corriere, rimango perplessa sulla manifestazione romana...

Contro la violenza, con la violenza?

va beh navigo nel marasma di link e trovo....


 " Riteniamo importante che la lesbica sia visibile e scelga di rapportarsi a quei movimenti e a gruppi di donne che riconoscono il pensiero lesbico come pensiero che ha una propria identità
Il lesbismo è rivoluzionario quando è visibile e la visibilità lesbica è fondamentale per decostruire modelli e stereotipi.
Riteniamo, inoltre, che la lesbica sia visibile al movimento femminista non solo se è al suo interno ma come soggetto politico di confronto, perché così come è necessario coltivare la continuità della storia e della memoria, è altrettanto necessario, a nostro avviso, sottolineare e rimettere in discussione l'esclusione del lesbismo da parte del femminismo. "

Ecco ora forse io non posso comprendere.

Sono giovane ed inesperta.

Ma più che uno stralcio di un sito lesbico, beh mi pare una dichiarazione di guerra.

Mia madre parlava così. Quando bruciava i reggiseni in piazza.

Il mondo va avanti e la gente non se ne accorge.

E che davvero il genere sessuale è molto approssimativo.

Ci si ghettizza da soli dando la colpa agli eterosessuali.

Una sorta di delirio di onnipotenza misto ad egocentrismo puro..

per poi andare alle feste "only for"...

Che tristezza, Una vita normale, ecco cosa ci vuole.

Non si è speciali, non più di quanto non lo sia ogni singola persona sulla faccia della terra. Ma pare che la gente non se ne renda conto.


Cito un paio di frasi che mi stanno a cuore:

-
Tra mille anni non ci saranno più maschi e femmine, solo segaioli.

- Stai tranquilla non ti agitare, che al mondo non gliene frega un cazzo di con chi vai a letto tu.

La prima, celeberrima frase di Trainspotting....

la seconda è  di mio fratello maggiore ormai cinque anni fa.

Potete non essere d'accordo con ciò che ho detto,poco importa.

Spero di non aver ferito la sensibilità altrui. In tal caso me ne scuso.

Ma è davvero una situazione ridicola, poi ti dicono "perchè vai all'estero
Loca?"

Fet i to cunt...

Ah, l'Amour...e Vinicio...
post pubblicato in Letterata, illetterata, il 19 novembre 2007



Non dormo, ho gli occhi aperti per te.
Guardo fuori e guardo intorno.
Com'è gonfia la strada
di polvere e vento nel viale del ritorno...

Quando arrivi, quando verrai per me
guarda l'angolo del cielo
dov'è scritto il tuo nome,
è scritto nel ferro
nel cerchio di un anello...

E ancora mi innamora
e mi fa sospirare così.
Adesso e per quando tornerà l'incanto.

E se mi trovi stanco,
e se mi trovi spento,
sei meglio già venuto
e non ho saputo
tenerlo dentro me.

I vecchi già lo sanno il perché,
e anche gli alberghi tristi,
che il troppo è per poco e non basta ancora
ed è una volta sola.

E ancora proteggi la grazia del mio cuore
adesso e per quando tornerà l'incanto.
L'incanto di te...
di te vicino a me.

Ho sassi nelle scarpe
e polvere sul cuore,
freddo nel sole
e non bastan le parole.

Mi spiace se ho peccato,
mi spiace se ho sbagliato.
Se non ci sono stato,
se non sono tornato.

Ma ancora proteggi la grazia del mio cuore,
adesso e per quando tornerà il tempo...
Il tempo per partire,
il tempo di restare,
il tempo di lasciare,
il tempo di abbracciare.

In ricchezza e in fortuna,
in pena e in povertà,
nella gioia e nel clamore,
nel lutto e nel dolore,
nel freddo e nel sole,
nel sonno e nell'amore.

Ovunque proteggi la grazia del mio cuore.
Ovunque proteggi la grazia del tuo cuore.

Ovunque proteggi, proteggimi nel male.
Ovunque proteggi la grazie del tuo cuore.



Mi incanto di te....

di te vicino a me...

sospiro...

e respiro....

Il colore di un abbraccio,
il calore di un attimo,
sciolti i pensieri che ci legano,
sciolte le corde che ci costringono,
spari nel buio. Ascolta.
una voce,una luce
Parla di noi.



Buonanotte....



permalink | inviato da LocaGiuLiva il 19/11/2007 alle 0:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
La piccola fiammiferaia romantica...
post pubblicato in Letterata, illetterata, il 3 novembre 2007


Raccontarsi è attraversare se stessi.
E poi dirlo agli altri, senza imposizioni, solo con la voglia di conoscersi e condividere.
Io sono le parole che amo, le storie che racconto, gli amici più cari che mi accompagnano.
Vivo dentro al cielo, quando al tramonto si tinge d'arancio, sempre diverso, sempre se stesso.
Sono nei quadri che osservo, nella penna che uso quando scrivo, in un piccolo regalo che scelgo. Sono nel piacevole tepore di un maglione d'inverno.
Mi ritrovo nelle pagine degli scrittori che amo, in un film che mi commuove.
Mi perdo negli occhi di chi amo e mi ritrovo in quelli di chi mi fa sorridere e sa ridere di sé.
Sono le cose che amo: l’amicizia e la lealtà, la solitudine e la compagnia degli amici, il silenzio e lo scoppio improvviso di una risata.
Parlare senza dire niente, perché gli occhi hanno già svelato tutto. Nuotare nel mare: quello salato d'estate e quello turbolento e dolce dei sentimenti.
Penso che le persone siano onde: mai né vincenti né perdenti. Solo onde. Che mi portano via, mi affascinano, mi spingono e sollevano.
E non so mai a quale spiaggia mi faranno arrivare. Ognuna delle persone che incontro è un'onda in cui mi tuffo volentieri.
E mi piace chi sogna, chi sorride, chi vive e chi nonostante tutto ha la forza per sopravvivere, chi non perde fiducia ed entusiasmo, chi pensa che un tramonto non sia una fine ma un inizio.


Parole sue che mi hanno fatto sognare....

Sei un genio piccola fiammiferaia...



permalink | inviato da LocaGiuLiva il 3/11/2007 alle 14:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
Tame na barca in un busc
post pubblicato in Letterata, illetterata, il 26 settembre 2007


E' andata proprio bene.

Il ritornello della canzone scelta è altamente esplicativo.

Io non rimo inietto veleno in questo casino
lancio freccette sulla mia foto da bambino
e se ancora non mi ammazzo
è grazie al cazzo
Il destino mio è fare l’uomo nel mirino
mi bagno di benzina tu passami l’accendino
E se ancora non mi ammazzo
è grazie al cazzo.

Bene.

Come va Loca?

Come una barca in un bosco.



permalink | inviato da LocaGiuLiva il 26/9/2007 alle 16:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Delirio mattutno nell'Amore
post pubblicato in Letterata, illetterata, il 31 agosto 2007


Mi ritrovo a pensare la sera stesa a letto.

Senza riuscire a prendere sonno.

A cosa poi?

Fossi stata più conciliante.

Più tollerante, ma no.

I compromessi non erano previsti.

E forse ho perso il tanto citato treno.

Quella persona speciale che c'è nella vita di ognuno.

Quella  con cui ridi scherzi e del quale ti innamori.

Stesa e pensosa rifletto sul tuo profumo.

Il tuo sorriso, la tua pelle così morbida...

Io  e te sotto le lenzuola, risate e dolcezze, si ci penso.

Ci penso e mi chiedo come si faccia a tornare indietro a dare un colpo di spugna.

Non si può.

Non si cancellano le cose brutte, le mostruosità dette...

ma non si cancellano nemmeno i piccoli attimi di  felicità...

Svegliarsi in piena notte e fare l'amore, fare progetti, ridere di ciò che siamo.

Così simili ma così diverse, due vite che prendono due strade distinte.

Non cancello il passato, ma se permettete un pò di quegli attimi...

beh li tengo stretti nel cassetto e sorrido  al pensiero di te.

In attesa di una telefonata, una lettera...che   sono certa  non arriverà mai.

Ma l'abbiamo davvero perso quel treno?



permalink | inviato da LocaGiuLiva il 31/8/2007 alle 10:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
Aiuto annego nei libri
post pubblicato in Letterata, illetterata, il 29 agosto 2007


Mattinata Incasinata.

A parte il cannocchio che fa i capricci.

Serata tranquilla birrino con l'amico M. ( poi le metto le chiavi giuro!!)

In cerca di un estetista libera.

Fatte le sopracciglia stamane commissioni di vario genere.

Facendo un rapido calcolo....  sono tornata il 3 di agosto.

Diciamo che dal 7 di agosto ( dopo un pò di festa e ubriacatura generica ) ho letto:

  • Il paradiso degli orchi
  • La fata carabina
  • La prosivendola
  • Signor malaussène
  • La passione secondo Thèrese
  • Signori bambini
  • Grazie
  • Fango ( Ammaniti )
  • Cujo
  • Cuori in Atlantide
  • Quello che importa è grattarmi sotto le ascelle

Tutti letti e straletti mille volte ma se c'è una cosa che adoro è fare quello.

E' un appello: se non trovo un lavoro a breve... in tre mesi ho letto tutta la biblioteca Ceretti.

( con la " è " aperta  e non rompiamoci le palle....)

Passo e chiudo, torno su Kundera  che mi fa stare bene.






permalink | inviato da LocaGiuLiva il 29/8/2007 alle 14:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
Mattinata sporca
post pubblicato in Letterata, illetterata, il 22 agosto 2007


Ti prego continua
a disegnare con la lingua il tuo nome
il sangue si ferma aah
le tue gambe hanno un nuovo sapore
chuido gli occhi solo per poterti guardare

e mi fa sentire sporco
peggiore di quello che sono
ogni singolo momento
sembra implodere da quando ti sono dentro
le tue gambe hanno un nuovo sapore
ogni singolo momento sembra implodere da quando
mi sento sporco aaahh aaahh

Ti prego continua
a disegnare con la lingua il tuo nome
il corpo si fermaa
trattengo il fiato e ne conservo l' odore
la tua mente ora ha un nuovo padrone

e mi fa sentire sporco
peggiore di quello che sono
ogni singolo momento
sembra implodere da quando ti sono dentro
le tue gambe hanno un nuovo sapore
ogni singolo momento sembra implodere da quando
mi sento sporco aaahh aaahh
mi sento sporco aaahh aaahh




Musica pazzesca quella del bro'.

Serata relax, cenetta da papà.

Bello.

Tempo orribile, telefonino morto.

Che fare?

Lasciarlo spento.


Testo: Epo, Sporco

Immagine: H. Newton



permalink | inviato da LocaGiuLiva il 22/8/2007 alle 9:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
Francesismi mattutini
post pubblicato in Letterata, illetterata, il 21 agosto 2007


<< In questo basso mondo tutto comincia con l'immagine e prosegue con la metafora.
I significato sta a te conquistarlo, con la forza del neurone!
Ed è una fortuna perchè se il " bel libro della vita" ( sic!)ti offrisse subito il significato, saresti capace di chiuderlo con un colpo secco  e lasciarci da soli a brancolare nel grande enigma metaforico. >>

( Mio Marito Daniel )





permalink | inviato da LocaGiuLiva il 21/8/2007 alle 11:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
Il mio matrimonio con Pennac
post pubblicato in Letterata, illetterata, il 20 agosto 2007


Che mattinata.

Pulizie di primavera.

Tutti i quadri a mammà.

Gli armadi.

Ti fa rimpiangere di non avere un lavoro nel senso stretto del termine.

Piove che dio la manda come sisuol dire.

Niente Ferrara.

Ieri pomeriggio con un'amica he non vedevo da una vita. L.

Che stori, chiacchiere sui lesbismi locali.

Gente che non cambia mai.

Diana ci salvi da tutto ciò.

Dopo molte ore, e molte birre giungiamo ad una conclusione:

Meglio stare alla larga.

Le lesbiche son una brutta razza.

Sorrisi, e risate.

Dimentico tutto e mi getto gioiosamente nella famiglia Malausséne.

Ancora ua volta, e ancora e poi ancora.

Qualcuno sa se Pennac è sposato?



permalink | inviato da LocaGiuLiva il 20/8/2007 alle 11:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
Aria elettrica stamane...
post pubblicato in Letterata, illetterata, il 12 giugno 2007


“Crea con me nuove figure e poi illuminale di ardore e di fuoco”

“Maree di burro bagnate di sangue”

“E corpi esangui mentre tutto langue”

“Uccidimi se vuoi”



Letteratura mattutina.

Una vera scossa per gente sonnacchiosa.

Basta un click.



permalink | inviato da LocaGiuLiva il 12/6/2007 alle 9:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
Assurdamente...
post pubblicato in Letterata, illetterata, il 15 aprile 2007


LE LOGICIEN, continuant la discussion.

Un exemple de syllogisme . (Il est heurté.) Oh !...

(...)

LE LOGICIEN, au Vieux Monsieur.

Voici donc un syllogisme exemplaire Le chat a quatre pattes. Isidore et Fricot ont chacun quatre pattes Donc Isidore et Fricot sont chats.

LE VIEUX MONSIEUR, au Logicien.

Mon chien aussi a quatre pattes.

LE LOGICIEN, au Vieux Monsieur.

Alors, c'est un chat.

BÉRENGER, à Jean.

Moi, j'ai à peine la force de vivre. Je n'en ai plus envie peut-être.

LE VIEUX MONSIEUR, au Logicien après avoir longuement réfléchi.

Donc, logiquement, mon chien serait un chat.

LE LOGICIEN, au Vieux Monsieur.

Logiquement, oui. Mais le contraire est aussi vrai.

BÉRENGER, à Jean.

( Rhinoceros, 1959 Ionesco)  Raccomandatissimo....

Mi è saltata in mente,quando senti gente dire cose sceme.
Beh siamo tutti un pò Logicien allora.

Per chi lo ha letto e  per chi no..uno spaccato tanto per gradire...

Cà alors!




permalink | inviato da il 15/4/2007 alle 19:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
Alba
post pubblicato in Letterata, illetterata, il 16 marzo 2007


Vola il pensiero di te nella mia mente.

Soffri con me, acqua cerca la via tra le rocce.

Mi dileguo, fuggo da tutto.

Oso fino a te, fino ai confini del mondo.

Dove non si conosce, dove non si sa.

Dove non vuoi sapere, non vuoi scoprire.

Aspettando la fine.

Insieme, sorridere, vivere.

Un’ attimo di paradiso. Un attimo di cielo.

Tocco d’azzurro la tua pelle.

Un azzurro caotico, mi tingo di te.

Stringiti a me.

Siamo una sola, un anima e così volerai.

Voliamo. Vogliamo.

In attesa di un’alba che pare non arrivi mai.

 

 




permalink | inviato da il 16/3/2007 alle 10:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Pensieri....
post pubblicato in Letterata, illetterata, il 14 marzo 2007


Scivola via.

Resta con me, aspettare l'alba.

Guardare il tramonto mentre tutto sembra lontano.

Io e te lontane da tutti. Da chi ti fa male.

Da chi offende. Da chi non comprende.

Vuote si lasciano andare le mani. Bramano.

Sospiri, lenti respiri.

Ansima, con me. Gemiti di gioia.

Pace e silenzio intorno a  noi.

Ho scritto il tuo nome,una dieci cento mille volte.

E gridare,sorridere,amare.

Amare la vita.

Amara la vita.



Ascoltando Alexi Murdoch.




permalink | inviato da il 14/3/2007 alle 14:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Pianeti al mattino
post pubblicato in Letterata, illetterata, il 7 marzo 2007



Sole svegliati.

E' ora di sorridere di smettere di riflettere.

E' il momento di alzarsi,di rialzarsi.

Lasciarsi alle spalle tutto.

Un odore acre, il Creatore suda.

Ha le mani sporche di Universo.

La Terra si svela ai miei occhi.

Polverosa, calma nulla la turba.

Unicamente i suoi moti interiori.

L' Universo si accende, tra geyser e terremoti.

Tra boati e silenzi assordanti.





E come ogni cosa anche l'Universo tra poco sarà in vendita.

E' la sua natura.

Facci l'abitudine.


( liberamente tratto da L'Isola Pianeta )



permalink | inviato da il 7/3/2007 alle 9:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
Hai detto pranzo? No ho detto dolcezza....
post pubblicato in Letterata, illetterata, il 26 febbraio 2007


Che giornata.

Locagiuliva necessita un bagno bollente.

Da stamane in copisteria a mettere a posto la tesi.

Finito dieci minuti fa.

Lavoro intercalato da un bel pranzo.

Panino e due passi in centro.

Troppa la voglia.

Un bacio.

Un brivido.

Sospiro.

E respiro.

Non dimentico.

Affronto.

Confronto.

No, non c'è confronto.

Sorrido, volo pensosa su ali dorate.







permalink | inviato da il 26/2/2007 alle 16:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
Romanticismo crudele....
post pubblicato in Letterata, illetterata, il 13 febbraio 2007


Senti la vita che è con te.
Alzo le braccia e sorrido,a ciò che verrà.
Brindo al tuo profumo che mi avvolge.
Al tuo sguardo che mi brama. Io bramo te.
Senti le mie parole accarezzarti l’anima.
Ill
usione. Solo un breve attimo.
Poi me ne andrò.
Sola nel mio letto. Mi accarezzo,mi colpisco.
Ferisco te.
Illusione tua, lo credi, ma sola nel mio letto non penso altri che a me.


Devi vedere che giornata è oggi.

Meraviglia,o forse sono io che sono di buon umore.

Può essere. Anzi sicuramente.

Oggi vado in giro con la mia bella fidanzata.

Un sorriso alla vita.

Cerco di scrivere quello che dirò in quei dannati 8 barra 10 minuti.

Tanto so che non dirò mai le stesse cose.








permalink | inviato da il 13/2/2007 alle 11:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
Le studio proprio tutte...
post pubblicato in Letterata, illetterata, il 12 febbraio 2007


Ieri mattina parco, sciallo.

Tremo in vista delle correzioni.

E della pedalata che mi attende.

E una sola cosa in mente.

I biglietti!




Mi piaceva l'ombra...

Thanks 2 the Demons!

Lovin Wi Fi...



permalink | inviato da il 12/2/2007 alle 15:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
Sante parole
post pubblicato in Letterata, illetterata, il 23 gennaio 2007


Meglio l'erba del vicino che un vicino di Erba

Ho riso quaranta minuti,isterica.

Mattinata tesata.

Come sono letterarimente noiosa.

Oggi a  pagare le tasse.

Pensieri scomposti. E un gran mal di schiena!


Avviso ai naviganti:


Non dovete per forza commentare, se proprio vi viene la voglia irrefrenabile, beh chiudete gli occhi e fate una pernacchia magari vi si stura il cervello.

E se  non ce la fate,almeno mettete il nome.

Non pubblico chi non ha nemmeno il coraggio di scrivere il proprio nome, visto che ribadisco, questo dannato spazio in fin dei conti rimane mio.

E come dico spesso ai miai cari bimbi,non sono per nulla democratica.

Isteria:in medicina, malattia del sistema nervoso che provoca vari disturbi sia fisiologici (p.e. convulsioni) sia psichici (p.e. irritabilità di carattere, instabilità affettiva, ingiustificata apatia, eccessiva suggestionabilità, ecc.): è più frequente nelle donne che negli uomini
atteggiamento da isterico; crisi di nervi.

Ignoranza.





permalink | inviato da il 23/1/2007 alle 11:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
Isabella Santacroce e la fotografia....
post pubblicato in Letterata, illetterata, il 8 gennaio 2007


Mattinata scribacchiosa.

Sono lanciata non ce n'è per nessuno.

Sono anche molto abbrutita in questi giorni.

Statemi allalarga e non fatemi incazzare.

Mamma mia che bello essere  donne.

Ti si concede tutto,o quasi.

Si prevedono appuntamenti al buio.

E pensieri disordinati, alla fotografa.

Devo manadre via ste foto!!!  se vinco giuro che ve lo dico.

Bastardi non talentuosi,magari mi portate bene.



permalink | inviato da il 8/1/2007 alle 12:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
One way or another
post pubblicato in Letterata, illetterata, il 25 dicembre 2006


Just a sec  and I'll be back.

Planning, writing, shaging,dreaming, talking, laughin,smiling, drinking, dancing and goin' 2 the Lu.

The best way to live.





permalink | inviato da il 25/12/2006 alle 17:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Libertà...di che?
post pubblicato in Letterata, illetterata, il 13 dicembre 2006


Mamma mia che paura mi fa la gente.

Ossessione. Il primo film del filone italiano. Visconti.

Sono veramente terrorizzata.

Non mi capacito di come la gente possa reagire tanto ferocemente.

Non siamo tutti uguali al mondo e questo l'ho capito.Ma mi terrorizza davvero.

Forse della gente non ho capito nulla. Forse ho sbagliato tutto.

Forse però il mio sbaglio mi piace talmente tanto che persevererò.

E continuerò a sbagliare,finchè non troverò qualcosa o qualcuno di giusto che mi farà rigare dritto.

Ora basta ho perso abbastanza tempo dietro a queste cazzate da filosofa.

Come disse a Fuerteventura: " Dai cazzo non ho tempo di sanguinare!"







permalink | inviato da il 13/12/2006 alle 18:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
Esplosione
post pubblicato in Letterata, illetterata, il 13 dicembre 2006


Le chiacchiere in olandese fanno sempre bene. Mi sono un pò arrugginita,qualche figuraccia.

Che bello sorridere. Mangiare cappelletti in brodo col mio coinquilino.

Pensare a domani. Mangiarmi le mani.

Pensare a venerdì.Per sorridere di nuovo.

Chiacchierare,sognare. Tirarsi su il morale.

E poi si va. Finalmente,coccole e dolcezze carezze ed abbracci.

Voglia di casa,di neve e di lettone la domenica mattina.

Voglia che scoppia mi espando.Implodo.

Esplodo?



permalink | inviato da il 13/12/2006 alle 14:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Io e Isabella...
post pubblicato in Letterata, illetterata, il 10 dicembre 2006


Un pò di mal di gola.

Andata avanti con il mio bel libro per la tesi.

Come tutto va avanti,lo fa anche la  mia sonnacchiosa vita domenicale.

Vorrei dire molte cose, perfidie di ogni sorta e genere,scaricare le mie frustrazioni.( contentando le orribili schiere di invidiosi)

Non lo farò. Non vi è nulla che mi frustra.

Proseguo,come al solito come un fiume in piena travolgo e porto via tutto ciò che trovo.

Le donne lacustri sono fatte  così evidentemente. Destinata alla solitudine.

Beatamete sola scruto cieli selvaggi, fitti di nuvole che non hanno nulla da raccontare.

E nemmeno io. Quindi "leccatemi bastardi non talentuosi. Leccatemi"

La Santacroce come frase finale fa sempre un certo effetto.





permalink | inviato da il 10/12/2006 alle 19:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Aurora
post pubblicato in Letterata, illetterata, il 8 dicembre 2006


Scorre,scivola. Ansia
Che fissa gocce d’acqua su vetri sudici.
Porta via tutto ciò che trova in te.
Ira e rancore. Amano sognare su piume di odio.        
Si nutre di ciò che hai. Ti vuole. Si ciba di risentimento.
Un sorriso,forza non pensare.
Lontano un urlo violento.
Liberazione. Tremenda follia.
Disprezzo.
Si avvinghia e  trascina via.
Malinconico, si trascina per strade gelate da morti apparenti.
Vita di stenti. Vuole ciò che non ha lo brama, lo anela.
Una lacrima di fiele distrugge il passato. Lava le iniquità.
Pretende di tergere ciò che sarà,ciò che fa male ancora.
E come un ancora rimane a te. Lacera.
Vivo da sola, prepotente forse stando in attesa della mia aurora.




permalink | inviato da il 8/12/2006 alle 18:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Op Straat
post pubblicato in Letterata, illetterata, il 1 dicembre 2006


Zie je daar die oude man
graaiend in een vuilnisbak
zoekend naar iets bruikbaars
voor in zijn oude plastic zak
net iets teveel meegemaakt
waardoor hij dakloos is geraakt
praat in zichzelf
over hoe het vroeger was


En dan zeg jij
dat je eenzaam bent
omdat het even tegen zit
loop even met me door de stad
en kijk wat er gebeurt op straat
dan zal je zien
dat het met jou zo slecht niet gaat

Zie je daar dat meisje
ze is net zeventien
heeft nu al zo'n tien jaar
haar ouders niet gezien
muurtje om zich heen gebouwd
omdat ze niemand meer vertrouwt
vraag je haar wat liefde is
dan noemt ze jou de prijs


Zie je daar die oude vrouw
die rustig voor de regen schuilt
deze bui is minder
dan de tranen die ze heeft gehuild
die vroeger een gezin bezat
maar later klap op klap gehad
nu sjouwt ze haar verleden
in een zelfgemaakte tas


Zie je daar die jongeman
hij is bijna al zijn tanden kwijt
hij beet zich stuk
op het vergif van deze tijd
elk uur een marteling
altijd zoekend naar n ding
kruipt eens per dag door het oog van de naald







permalink | inviato da il 1/12/2006 alle 0:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
Sfoglia gennaio       
il mio profilo
rubriche
links
tag cloud
cerca
calendario
adv